Tu

Sai, sento che ti stai avvicinando.
Ti sento respirare nella notte.
Sento come all'improvviso ti tuffi dentro di me.
E' il massimo che puoi fare, vero?
Sei impazziente come me.
Come vedi, abbiamo qualcosa in comune,
Sara' per quello che domani quando non te ne andrai,
Ti sapro' affrontare ancora meglio dell'ultima volta.
E andra' sempre meglio, perche' ci sara' anche un'altra possima volta.
Tu senti quello che sento io,
Per quello mi ritrovi sempre.
E sei come un orologio svizzero, puntualissima!
Ma sai che c'e'?
Prima del tuo arrivo,
Mi godo il viaggio.

Commenti

Post popolari in questo blog

Iubire pierduta

Primavera interiore?

Improvvisamente