Post

Visualizzazione dei post da 2018

Delusione

“Niente ferisce, avvelena, ammala quanto la delusione...” diceva Oriana Fallaci. Sto riflettendo da tempo su questa frase in un periodo dove sto affrontando una delusione profonda da parte di chi mai avrei immaginato mi avrebbe nuovamente fatta soffrire. Per questa persona io avrei affrontato un uragano! Questa persona era ed è tutt’ora casa per me (finché il tempo lo vorrà), ossia il rifugio dal resto del mondo, l’amico che trova sempre il modo di sollevarti dalle tue paure, l’amante che ritrova la sensualità ed il tuo essere donna sempre e comunque, il confidente più intimo, il sostegno più forte, la persona che chiami quando buchi una gomma nel bel mezzo della notte. Tutta questa perdita, subita o voluta, crea una ferita nel cuore straziante e ti cambia, ti mette a dura prova. Sta a te decidere  se farti avvelenare ed ammalare. Sta a te decidere se sia il caso di cambiare il tuo animo, il tuo sorriso.
Io, che mi reputo una persona forte che di esperienze belle o meno belle ne ha pa…

Una mattina da Red

''- Come va', Bia?
- Non saprei. Ho timore di rispondere, forse perche' in verita' non lo so. Vivo quasi nell'indifferenza ora, a furia di stare male.''


                                                                                                                          12 luglio 2015

Ci si affianca

Ciclicamente ci si ritrova nella solitudine della propria ''casa''.
Amo sempre la melanconia, anche quando mi svuota. Anche quando non mi fa dormire. Anche quando mi fa piangere nei momenti meno opportuni. Anche quando mi fa ballare sul posto di lavoro, perche' si, a me la melanconia fa anche ballare.
La melanconia, mi rende sensibile e vulnerabile. Apparentemente fredda, distante ma dentro mi toccano anche le piccole cose. Mi basta un abbraccio per ritrovare la fiducia, e mi basta una parola per precipitare. Difficilmente dimostro il mio affetto, il mio amore e questo non mi rende diversa, migliore o peggiore, ma dimostra il mio essere vulnerabile, la mia paura di rimanere delusa.
Giudice severo nei miei confronti, nei periodi di difficolta', di cambiamenti mi chiudo tra le mie braccia e mi godo il paesaggio, mi perdo nelle cose futtili ed e' cosi piacevole per una volta smetterla di giudicarsi. E cosi piacevole godersi ed apprezzarsi, anche quando e' …