Piccolezze

Sapete quelle notti insonni in cui comunque vi girate non trovate la posizione e nemmeno la pace? Migliaia di topolini che continuano a corrervi in testa? Il cervello che continua a lavorare seppur avete chiesto il riposo? Per non parlare di quelle notti in cui si aggiunge anche lo stomaco che fa un casino della madonna perchè esige cibo? E ne vogliamo parlare di quelle notti quando si hanno più voglie di una donna incinta? Voglia di fritelle, crepes alla nutella, lasagne alla bolognese, panino alla salamella?! E le ore passano... E ti metti a leggere, ma ti fa venir ancora più fame. Ascolti della musica nella speranza di addormentare il cervello, ma niente segue i tuoi piani. Allora ti metti a scrivere, ed ecco qui che scrivi sciochezze e sicuramente anche facendo qualche errore grammaticale e di ortografia. E le ore passano... Finché ad un certo punto prendi la situazione in mano, metti a tacere il cervello e lo stomaco, le voglie le rimandi al giorno dopo, il ritmo delle note musicali le conservi nel corpo per un ottimo risveglio, al libro prometti di tornare domani ad accarezzarlo davanti ad una tazza di caffè, avvolta dai raggi del Sole e ora la smetti di scrivere....

Cosa c'è di più bello nella vita che farci caso a queste piccolezze?

Commenti

Post popolari in questo blog

Iubire pierduta

Delusione

Ci si affianca